loft/progetto di interni bergamo october 2010///// 2011

collaborators
ivan pulcini/silvia pezzetti

poject shown at the international fair ARTEFIERA Rome march 2011, CASAIDEA 80VOGLIADICASA competition

Loft “3 lune”

Un progetto caratterizzato da un approccio di tipo contemporaneo sottolineato da punte di eclettismo di richiamo al carattere del proprietario.

Lo stato di fatto del loft presentava un ambiente tradizionale, un ambiente unico di 44mq, dalla forma rettangolare,profondo e stretto, con una parete divisoria tra la zona letto e la zona giorno. Come primo intervento, quindi, si è pensato di svuotare la gravezza di questo elemento sostituendolo con una trave a “I”, lasciata volontariamente in ferro crudo alla quale si appoggia un setto in metacrilato rigato trasparente: all’occhio molto più leggero della parete preesistente, ma al contempo funzionale nella volontà di mantenere una lieve separazione tra i due ambienti.

Un piano rialzato con giacitura diagonale rispetto alla pianta dell’appartamento serve da appoggio per la zona letto e diventa seduta/libreria nella zona giorno. La monotonia e rigidita' della stanza lunga e stretta viene così resa piu' plastica e dinamica; il piano è stato realizzato in OSB (Oriented Strand Board, pannello a scaglie orientate), materiale povero, ma allo stesso tempo adatto per funzioni di tipo strutturale, solo pitturato con vernice bianca ad acqua, che lascia trasparire la texture caratterizzante del materiale.

Le pareti e il soffitto sono stati tinteggiati di bianco, lasciando quasi come unica nota di colore, giallo acceso e dal carattere forte ed eclettico, la pavimentazione vinilica che circonda il piano rialzato.

Il ritrovamento di decorazioni murarie anni ‘20 su una delle pareti ha ispirato la volontà di enfatizzarle per mezzo di tre ampie superfici colorate che, sullo sfondo neutro del muro, appaiono come delle grandi lune immerse nel bianco totale che domina la stanza.

Stesso principio di mantenimento ed enfatizzazione della preesistenza è stato adottato per la parete su cui giace la porta d’ingresso, lasciata volutamente grezza per mettere in risalto gli strati di decorazione succedutosi negli anni.
Le luci utilizzate per la zona letto, spazio minimale anch’esso avvolto da un clima di neutralità, aumentano ulteriormente la sensazione di trovarsi di fronte a degli elementi lunari.
Il progetto si è posto l’obiettivo di creare in questo ambiente dai tratti monotoni uno spazio che, con l’aiuto di piccoli accorgimenti nello studio dei colori, dei materiali e delle luci fosse quanto più articolato ed emozionante possibile; un piccolo nido di pace e tranquillità lontano dal caos e dal tumulto in cui quotidianamente la vita ci immerge.


Loft Tre Lune (three moons)

This project is characterized by a contemporary approach emphasized by eclectic notes meant to recall the owner’s character.
The loft in its original state was a single 44sqm room of a traditional rectangular shape, deep and narrow, with a dividing wall between the bedroom and living area. As a first step, it was decided that the heaviness of this element should be cleared replacing it with an L shaped beam, purposely left in raw iron, surmounted by a methacrylate panel, much lighter to the eye than the existing wall, yet at the same time functional, maintaining a slight separation between the two environments.

A mezzanine placed diagonally to the apartment’s layout serves as a support to the bedroom and becomes a seat / bookcase in the living area. The rigidity and monotony of the long narrow room is thus made more plastic and dynamic. The mezzanine vas made of OSB (Oriented Strand Board), poor material but at the same time suitable for structural features, painted only with white water base paint, revealing the characteristic texture of the material.

The walls and ceiling were painted white, leaving almost as a single note of colour the bright yellow vinyl flooring around the mezzanine with its strong and eclectic, character

The discovery of 1920s wall paintings on the walls stirred the desire to emphasize them by means of three large coloured surfaces which, on the neutral background of the wall, appear like large moons surrounded by the pure white that dominates the room.

The same principle of maintaining and boosting pre-existing features was applied to the front wall, where the front door was deliberately left unfinished to highlight the successive layers of decoration accumulated over the years.

The lights used for the bedroom, also a minimalist space steeped in an atmosphere of neutrality, further increase the feeling of being in the presence of lunar elements.

The aim of the project in this environment with monotonous features was to create a space that, with the help of small touches, materials and light, would be as expressive and exciting as possible, a sea of tranquility away from the chaos and turmoil in which daily life plunges us.

83_1p1110320atitolo.jpg
       
83_1p1110328.jpg
       
83_img1770.jpg
       
83_img1778.jpg
       
83_1img7801.jpg
       
83_img1748_v2.jpg
       
83_img1655.jpg
       
83_img1694a.jpg
       
83_img9642a.jpg
       
83_1img8292.jpg
       
83_1img8176.jpg
       
83_img1588a.jpg
       
83_1p1100055.jpg
       
83_1p1100057.jpg
       
83_1img9310a.jpg
       
83_1img9363.jpg
       
83_img1718.jpg
       
83_img1985.jpg
       
83_1img9345_v2.jpg
       
83_1p1100476.jpg